dolcepiemonte

TOPINAMBUR

 Il Topinambur è il tubero di una pianta originaria del Nord America introdotta in Europa nel cinquecento. Viene coltivata in molte regioni italiane ma in Piemonte soprattutto nelle zone di Carignano e Moncalieri, nel torinese.

Il sapore è molto delicato e può ricordare molto vagamente quello dei carciofi. I Topinambur possono essere di colore rosso-violaceo, coltivati prevalentemente sulle rive sabbiose del Po, mentre i Topinambur bianchi sono diffusi anche in terreni più asciutti.
I Topinambur hanno poche calorie e contengono una grande quantità di fibre solubili, come l'inulina, che aiutano ad abbassare la glicemia; inoltre favorisce la secrezione lattea durante l'allattamento e combatte la ritenzione di liquidi.

I Topinambur possono essere consumati crudi in insalata o con la bagna caoda, oppure cotti. Si possono utilizzare in molte ricette della cucina piemontese tipica, alla corte dei Savoia i cuochi preparavano una versione "light" della bagna cauda sostituendo i topinambur all'aglio per le "madamin" della corte, a cui non poteva certo puzzare l'alito.

Un'altra ricetta tipica della cucina piemontese con i topinambur sono i topinambur trifolati